Neil Armstrong

 

Poche imprese come quelle dei grandi viaggiatori mantengono intatto il mistero che ha spinto i grandi sognatori del passato ad oltre l’orizzonte conosciuto.

E nell’attesa di una nuova pagina delle esplorazioni interplanetarie per le quali servira’ aspettare ancora qualche anno, lo sbarco sulla Luna da parte di Apollo 11 è una delle imprese dell’uomo che hanno lasciato un’orma indelebile.

Viaggi per terra o per mare, tra le montagne o nel deserto, nessuna impresa è mai stata davvero impossibile e spesso la determinazione di qualche sognatore ha spinto in avanti l’intera umanità. Prima di Neil Armstrong, uomini come Marco Polo; Cristoforo Colombo; Ferdinando Magellano e James Cook, per citarne solo alcuni, hanno spinto i limiti oltre l’immaginabile.

 “È un piccolo passo per un uomo, ma un gigantesco balzo per l’umanità”, fu pronunciando questa frase, entrata nella storia, che il 20 luglio 1969 l’astronauta Neil Armstrong posò il suo piede sinistro sulla polverosa superficie della Luna. Si realizzava così il sogno più antico dell’uomo, quello di raggiungere il nostro satellite.